lunedì 28 marzo 2016

Fernando Pessoa: Quello che c’è in me di primordiale è l’abitudine e la propensione a sognare...


Paul Klee
Quello che c’è in me di primordiale è l’abitudine e la propensione a sognare. Le circostanze della mia vita, fin dalla mia infanzia solitaria e calma, e forse altre oscure forze ereditarie che mi hanno plasmato da lontano secondo la loro sinistra fisionomia, hanno reso il mio spirito un costante flusso di vaneggiamenti. Tutto ciò che sono consiste in questo, e anche ciò che in me sembra più lontano dal rivelare il sognatore appartiene senza ombra di dubbio all’anima di chi sogna soltanto, elevata al suo grado più alto.

Brano tratto da “Il libro dell'inquietudine di Bernardo Soares” di Fernando Pessoa