domenica 27 marzo 2016

Norberto Bobbio: Ho sempre avuto un grande rispetto per i credenti, ma non sono un uomo di fede...


Georges de La Tour
Ho sempre avuto un grande rispetto per i credenti, ma non sono un uomo di fede. La fede, quando non è un dono, è un’abitudine; quando non è né un dono né un’abitudine, deriva da una forte volontà di credere. Ma la volontà comincia dove la ragione finisce: io mi sono sinora arrestato prima.
Mi è anche completamente estranea la fede nella ragione. Non ho mai avuto la tentazione di sostituire la Dea Ragione al Dio dei credenti. Per me, la nostra ragione non è un lume: è un lumicino. Ma non abbiamo altro per procedere nelle tenebre da cui siamo venuti alle tenebre verso le quali andiamo.
[…]
Al contrario del lumicino della ragione, la fede illumina, ma spesso, per troppo illuminare, accieca. Donde nascono, se non da questo acciecamento, gli aspetti perversi della religione? L’intolleranza, la coazione a credere, la persecuzione dei non credenti, lo spirito di crociata?

In:”Elogio della mitezza”. di Norberto Bobbio