domenica 30 aprile 2017

Alexis de Tocqueville: Siccome, dunque, il passato non illumina l’avvenire, lo spirito procede attraverso le tenebre.

William Turner
Siccome, dunque, il passato non illumina l’avvenire, lo spirito procede attraverso le tenebre.

In: "La Democrazia in America (Capitolo VIII)",.di Alexis de Tocqueville

Hannah Arendt: Il compito dell'intelletto umano è comprendere l'accaduto...


Tatsuo Suzuki
Il compito dell'intelletto umano è comprendere l'accaduto; e comprendendo, dice Hegel, l'uomo si riconcilia con la realtà: il vero fine del comprendere e mettersi in pace col mondo. Purtroppo, se la mente è incapace di pacificare e riconciliare, si trova subito preda della propria guerra.

In: "Tra passato e futuro (pag. 29)", di Hannah Arendt

sabato 29 aprile 2017

Antonio Tabucchi: Evocare” significa “richiamare alla memoria”...


Henri Fantin-Latour
Evocare” significa “richiamare alla memoria”, è una parola che viene dal latino ex vocare, cioè “chiamare fuori”: ed è noto che la memoria passa attraverso le nostre attività sensoriali. La realtà, che noi percepiamo con i sensi ben prima che venga decifrata ed elaborata dalle nostre capacità intellettuali e psicologiche, può ripresentarsi dopo anni grazie ai sensi che a suo tempo la percepirono: la vista, l’udito, il tatto, l’olfatto e il gusto. Evidentemente essa non si ripresenta in quanto “Principio di realtà”, bensì attraverso il nostro “vissuto”, […]

In: “Autobiografie altrui - Poetiche a posteriori”, di Antonio Tabucchi

martedì 25 aprile 2017

Norberto Bobbio: I due valori della libertà e dell’eguaglianza si richiamano l’uno con l’altro nel pensiero politico e nella storia...

Pepi Merisio
I due valori della libertà e dell’eguaglianza si richiamano l’uno con l’altro nel pensiero politico e nella storia. Sono radicati entrambi nella considerazione dell’uomo come “persona”. Appartengono entrambi alla determinazione del concetto di persona umana, come essere che si distingue o pretende di distinguersi da tutti gli altri esseri viventi. “Libertà” indica uno stato, “eguaglianza” un rapporto. L’uomo come “persona”, o, per essere considerato come persona, deve essere, in quanto individuo nella sua singolarità, libero, in quanto essere sociale, deve essere con gli altri individui in un rapporto di eguaglianza.

In: “Eguaglianza e libertà”, di Norberto Bobbio

Umberto Galimberti: in realtà ciò a cui si assiste è il declino dell’individuo e la sua progressiva estinzione...


Lewis Hine
Ma là dove la società è ridotta a mercato, nonostante l’ideologia celebri, come mai era avvenuto, il trionfo dell’individuo (individualismo) e della sua libera iniziativa (liberismo), in realtà ciò a cui si assiste è il declino dell’individuo e la sua progressiva estinzione. Nel mercato, infatti, sono gli interessi a porre in relazione gli individui, i quali interagiscono non in quanto individui con le loro specificità e peculiarità, ma in quanto titolari di interessi, in quanto personificazioni (nell’accezione latina di “persona”, che designava la “maschera da teatro”), per cui il volto dell’individuo scompare sotto la maschera del rappresentante di interessi.

da: “ I miti del nostro tempo” di Umberto Galimberti

domenica 23 aprile 2017

Antonio Gramsci: Perché il «Pensiero» sia una forza (e solo come tale potrà farsi una tradizione) deve creare una organizzazione, che non può essere lo Stato...

René Magritte
Perché il «Pensiero» sia una forza (e solo come tale potrà farsi una tradizione) deve creare una organizzazione, che non può essere lo Stato, perché lo Stato ha rinunziato in un modo o nell’altro a questa funzione etica quantunque la proclami ad altissima voce, e deve perciò nascere nella società civile.

In: “Quaderni dal Carcere (Q3 §140 Cattolicismo e laicismo)”, di Antonio Gramsci

Hannah Arendt: Lo spazio interiore dove cerca asilo l’«io» in fuga dal mondo non deve essere scambiato con il cuore o la mente...


Masao Yamamoto
Le esperienze di libertà interiore sono sempre esperienze derivate, in quanto presuppongono una fuga dal mondo, in cui la libertà era negata, verso un'interiorità alla quale nessun altro può accedere. Lo spazio interiore dove cerca asilo l’«io» in fuga dal mondo non deve essere scambiato con il cuore o la mente, i quali entrambi esistono e operano solo nel rapporto con il mondo.

In:"Tra passato e futuro", di Hannah Arendt




sabato 22 aprile 2017

Dino Buzzati: E ogni sua parola scritta cadeva come goccia di piombo nel mare del silenzio e dell’apatia che attornia l’uomo...


Jacques-Louis David
Nello stesso tempo lui viveva, il giovane visitato dagli dei. E ogni sua parola scritta cadeva come goccia di piombo nel mare del silenzio e dell’apatia che attornia l’uomo come se precipitasse a picco dalla suprema vetta del Goisantan e onde concentriche se ne dipartivano allargandosi sempre più per gli spazi abitati e oltre, finché battevano col tonfo selvaggio della risacca contro i cuori, quelle buie, sanguinanti scogliere!

Tratto da: "In quel preciso momento", di Dino Buzzati