sabato 22 aprile 2017

José Ortega y Gasset: Il rancore è un’emanazione della coscienza di inferiorità...




Jacques-Louis David
Il rancore è un’emanazione della coscienza di inferiorità. È la soppressione immaginaria di chi non possiamo sopprimere realmente con le nostre proprie forze. Colui verso il quale sentiamo rancore ha nella nostra fantasia l’aspetto livido di un cadavere; lo abbiamo ucciso, annientato, con l’intenzione. E poi, trovandolo nella realtà fermo e tranquillo, ci sembra un morto indocile, più forte dei nostri poteri, la cui esistenza significa una burla vivente, il vivente disprezzo verso la nostra debole condizione.

In: “Meditazioni del Chisciotte” di José Ortega y Gasset