domenica 1 luglio 2018

Claudio Magris: La natura conosce il pianto; gli animali soffrono, ma non sanno ridere...

Lucien Clergue
La natura conosce il pianto; gli animali soffrono, ma non sanno ridere, perché per avere terrore della morte, per patire un tormento fisico o anche una depressione affettiva (la solitudine, l’abbandono) non occorre essere capaci di riflettere su di sé; la riflessione, lo sguardo rivolto dall’alto e dall’esterno anche a sé stessi, è invece necessaria per poter ridere.

Da:” Itaca e oltre”, di Claudio Magris