domenica 8 luglio 2018

Pavel Aleksandrovič Florenskij: Cara Annulja, il passato non è passato, ma custodito, e rimane per sempre...

Dal Web
Cara Annulja, il passato non è passato, ma custodito, e rimane per sempre; siamo noi che lo dimentichiamo e ci allontaniamo da esso, ma poi, a seconda delle circostanze, esso si rivela di nuovo come eterno presente. Come scrisse un poeta del XVII secolo:

La rosa che il tuo occhio esteriore vede,
è fiorita in Dio dall’eternità.

In: “ Non dimenticatemi (2 giugno)”, di Pavel Aleksandrovič Florenskij