domenica 24 giugno 2018

Walter Benjamin: L’odore è il rifugio inaccessibile della “mémoire involontaire”...

John William Waterhouse
L’odore è il rifugio inaccessibile della “mémoire involontaire”. Di rado esso si associa a una rappresentazione visiva: fra le impressioni sensibili si accompagnerà solo al medesimo odore. Se al riconoscimento di un odore spetta, più che ad ogni altro ricordo, il privilegio di consolare, ciò è forse perché esso stordisce profondamente la coscienza del tempo. Un profumo fa tramontare anni interi nel profumo che ricorda.

In: “Angelus Novus –Saggi e frammenti-“, di Walter Benjamin