sabato 3 febbraio 2018

Blaise Pascal: Navighiamo nella vastità, sempre incerti e fluttuanti, spinti da un estremo all'altro...


George Inness
Navighiamo nella vastità, sempre incerti e fluttuanti, spinti da un estremo all'altro. Qualunque appiglio a cui pensiamo di attaccarci per essere sicuri, viene meno e ci abbandona, e se lo seguiamo si sottrae alla nostra presa, scivola e fugge in una fuga eterna. Niente per noi è solido. È la nostra condizione naturale eppure la più contraria alle nostre inclinazioni. Ci brucia un desiderio di trovare un fondamento sicuro, e come una base ferma per costruirvi una torre che si alzi verso l’infinito, fino ogni fondamento si spezza e la terra si apre fino agli abissi.

In: "Pensieri ( XV Passaggio dalla conoscenza del uomo a Dio -185)"; di Blaise Pascal