domenica 11 marzo 2018

Norberto Bobbio: Spesso combattiamo un pregiudizio con un altro pregiudizio...


Dal Web
Spesso combattiamo un pregiudizio con un altro pregiudizio. Vale a dire, un’opinione erronea falsamente creduta con un’altra opinione erronea emotivamente assunta, per esempio, che tutti gli uomini sono eguali (il che non è vero), o con pretese scientifiche, per esempio, che non vi sono gruppi diversi che si possono chiamare “razze”, senza per questo derivarne necessariamente atteggiamenti ostili. [...]
A me preme cercare di capire il razzismo prima di condannarlo, il che è sin troppo facile, dal momento che è tanto malfamato che nessuno si dichiara pubblicamente razzista (ragion per cui non sono sempre molto attendibili i sondaggi di opinione). Occorre, invece, cercare di capirlo, perché, se per “razzismo” s’intende in una prima approssimazione un atteggiamento di diffidenza verso il diverso, specie poi per il diverso che interviene inopinatamente nella nostra vita, c’è un po’ di razzismo in ognuno di noi, e non c’è nulla di peggio del moralismo a buon mercato, perché in genere quando è a buon mercato è anche ipocrita. In secondo luogo, e soprattutto, solo cercando di comprenderne le ragioni possiamo tentare di correggerlo, e in estrema ipotesi, eliminarlo.

In: “Elogio della Mitezza”, di Norberto Bobbio