venerdì 7 luglio 2017

Rainer Maria Rilke: Come a lungo ci si è ingannati sul movimento del sole, così ci s’inganna ancora sempre sul movimento dell’avvenire...


Eugene Smith
Come a lungo ci si è ingannati sul movimento del sole, così ci s’inganna ancora sempre sul movimento dell’avvenire. Il futuro sta fermo, caro signor Kappus, ma noi ci moviamo nello spazio infinito.
Come dovremmo non sentirne fatica?

In: “Lettere ad un giovane poeta Lettere a una giovane signora su Dio”, di Rainer Maria Rilke