venerdì 23 dicembre 2016

Pavel Aleksandrovič Florenskij: Chi agisce con approssimazione, si abitua anche a parlare con approssimazione...

Caravaggio
Chi agisce con approssimazione, si abitua anche a parlare con approssimazione, e il parlare grossolano, impreciso e sciatto coinvolge in questa indeterminatezza anche il pensiero. Cari figlioletti miei, non permettete a voi stessi di pensare in maniera grossolana. Il pensiero è un dono di Dio ed esige che si abbia cura di sé. Essere precisi e chiari nei propri pensieri è il pegno della libertà spirituale e della gioia del pensiero.

In: “ Non dimenticatemi ( Notte tra sabato 19 e domenica 20 marzo 1921 - Mosca)”, di Pavel Aleksandrovič Florenskij