domenica 8 maggio 2016

Claudio Magris: L’età moderna non sembra conoscere il presente...


Giorgio De Chirico
L’età moderna non sembra conoscere il presente, ma soltanto un trascorrere, un divenire percepito non quale arricchimento, quale itinerario verso una meta che infonde significato e sostanza a ogni tappa del cammino, bensì quale dileguare, quale continuo non-essere, mancanza di ogni valore cui afferrarsi saldamente. Lo sviluppo della civiltà occidentale – [...]– ha privato l’individuo della persuasione ossia della forza di vivere possedendo pienamente il proprio presente, e quindi la propria persona, senz’aver bisogno di consumarsi – per sapere di esistere – nell’inseguimento di un risultato, che si trova sempre un passo più avanti.

Tratto da: "Itaca e oltre", di Claudio Magris

Nessun commento:

Posta un commento