giovedì 19 maggio 2016

Guru Nārāyana: Distingui il durevole dal passeggero ...

Rachel Baran
Distingui il durevole dal passeggero,
Raggiungi il distacco con la calma, col dominio di te stesso.
Brama di essere libero già in vita!
Prostrati davanti a chi conosce l'assoluto
E domandagli: - Che cosa è questo io,
Di dove viene? Ed egli risponderà:
Sei tu l'assoluto, ma tu non sei i tuoi sensi, né la tua mente,
Né la la tua coscienza, né il tuo corpo,
Tutto ciò che percepisci è irreale,
Ciò che attorno a te luccica
Come un miraggio multicolore, sei tu stesso,
Sei tu che crei la natura,
Che dai e reggi la vita.
Come l'argilla sostanzia il vaso,
Tu sostanzi ogni cosa.
Quando ne sei convinto, sei te stesso.
Quando sei tutto risolto in te stesso, ciò che sopravanza è il futuro.
Come io che sussiste nel sonno senza sogni,
Sei l'intelligenza suprema,
Sei l'assoluto. Dillo con un canto dispiegato!

Di Guru Nārāyana tratta dal libro "Aure, I luoghi e i riti" di Elémire Zolla.