sabato 8 ottobre 2016

Carl Gustav Jung: Sono stanco, anima mia, troppo a lungo è durato il mio vagare, il cercarmi al di fuori di me...


Leonardo Da Vinci
Sono stanco, anima mia, troppo a lungo è durato il mio vagare, il cercarmi al di fuori di me. Sono passato dalle cose e ti ho trovata dietro a cose di ogni sorta. Ma nella mia peregrinazione attraverso le cose ho scoperto l’umanità e il mondo. Ho trovato gli esseri umani. E te, anima mia, ho ritrovato, anzitutto nell’immagine che è presente nell’uomo, e poi ho trovato proprio te. Ti ho trovata là dove meno ti aspettavo. Là tu affiori per me da un pozzo oscuro.

In: “Il libro rosso (Liber Novus)”, di Carl Gustav Jung

Nessun commento:

Posta un commento